Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for marzo 2008

La vie en rose

L’advertising in Italia, si sa, è sempre stato un pò pudico e perbenista rispetto a ciò che avviene nel resto del mondo. Molto è dovuto all’utero in cui storicamente si è sviluppato, un Carosello ingabbiato e bacchettato da una sorta di signorina Rottermeier della pubblicità, la Sipra, rea di aver educato la nascente creatività in nome di rigidi vincoli etici e morali. Il resto è storia fatta da clienti che hanno sempre ragione e da pubblicitari frustrati e obbligati ad adeguarsi al potere delle gerarchie. Almeno così ci hanno sempre insegnato. Quello che non ci hanno detto è che un giorno sarebbe arrivato qualcuno a salvarci, questo qualcuno si chiama guerrilla, e rappresenta il riscatto di menti ed energie lasciate per troppo tempo a sonnecchiare. Perchè scrivo questo. Perchè degli effetti benefici di tutto ciò che è marketing-non convenzionale mi nutro già da un pò, ma “a distanza”. Sabato scorso ho avuto l’opportunità di vivere, insieme ad una folla impazzita, il primo evento di guerrilla marketing: la nevicata rosa della Gazzetta dello Sport andata in scena a Roma in Via del Corso.
gazzetta12.jpg gazzetta10.jpg

Credo sia questo il giusto connubio tra il vecchio a cui siamo stati abituati (e che comunque non deve essere abbandonato) ed il nuovo che avanza. Non c’è niente che manchi, dalla coerenza rispetto alla campagna madre fino alla vera essenza di una buona azione di guerrilla, presa in pieno, che arriva a superare l’idea di un “target toccato, sorpreso, incuriosito” per giungere ad una festosa interattività.
Ad un raro momento di guerrilla esperenziale.
Standing ovation per l’agenzia G-Com e complimenti a Fables di Bloguerrilla che ha seguito l’evento sin dalla fase teaser.

Pas besoin de grand’chose pour voir la vie en rose…

 

Read Full Post »